(07 maggio 2018) Il deserto orientale: sulle tracce dei suoi abitanti

(07 maggio 2018) Il deserto orientale: sulle tracce dei suoi abitanti

Advertisements

Lunedì 07 maggio 2018 alle ore 18.00 presso la nostra sede in Via San Liborio, 1 – 80143 Napoli si terrà la conferenza “Il deserto orientale: sulle tracce dei suoi abitanti” a cura di Maria Francesca Paone.

Advertisements

Il Deserto Orientale ha sempre avuto un ruolo importante nelle dinamiche che hanno caratterizzato, fin dall’epoca più antica, sia il Sudan che l’Egitto. Esso ricopre la vasta area situata tra la Valle del Nilo e la catena montuosa dei Red Sea Hills e la costa del Mar Rosso. La sua importanza ci è nota grazie alle fonti antiche che ci informano sia della sua ricchezza mineraria, vista l’alta concentrazione di miniere d’oro e di pietre preziose, sia della sua rilevanza in relazione alla sua posizione geografica, essendo attraversato da importanti piste che mettono in comunicazione le regioni settentrionali con quelle più meridionali e anche gli abitanti della Valle con i porti situati lungo la costa del Mar Rosso.

L’occupazione del deserto è attestata fin da tempi remoti ad opera di quelle genti che oggi vengono genericamente chiamate “abitanti del Deserto Orientale”. Le notizie che abbiamo su quest’ultimi sono davvero scarse e, in molti casi, confuse. Buona parte delle informazioni, che abbiamo a disposizione su di loro, provengono dalle fonti scritte esterne, soprattutto quelle egiziane, greco-romane, aksumite e poi arabe. Come evidenziato dalle ricerche archeologiche degli ultimi anni, invece, questi popoli ci hanno lasciato molte tracce della loro presenza, specie per quanto riguarda la ceramica, l’arte rupestre e l’architettura funeraria.

Advertisements