• 081-1874-83-87
  • info@ganapoletano.it

Category ArchiveVisite Guidate

Visita guidata: Certosa di San Martino – la terrazza di Napoli

Domenica 28 ottobre ore 10.00 si svolgerà la visita guidata alla Certosa di San Martino – la terrazza di Napoli.

Durata ca. 2h

Costo della visita: 6€ biglietto d’ingresso + 5€ per i soci GAN; 8€ per gli esterni GAN: gratis per under 13la visita prevede una parte della chiesa e della sagrestia, i chiostri e le sezioni aperte del museo.

Prenotazione obbligatoria entro il venerdì precedente la visita tramite modulo di seguito

<\label>

Sulle orme di San Gennaro – Visita guidata 23 settembre

Domenica 23 settembre ore 10.00 si svolgerà la visita guidata di apertura del nuovo anno 2018/19 dal tema “Sulle orme di San Gennaro”, un viaggio suggestivo alla scoperta del Santo Patrono della Città di Napoli.


San Gennaro mostra le sue reliquie, copia da Caravaggio. Olio su tela (cm 126,5×92,5), Palmer Art Museum at Pennsylvania State University

Vescovo beneventano vissuto nel III secolo d.C., San Gennaro in visita ad una comunità cristiana di Pozzuoli venne arrestato e imprigionato per la sua professione di fede e martirizzato… ma dietro questo martirio vi sono miti e leggende da raccontare e scoprire!

Durata della visita: 2h e 30′ ca.

Costo della visita: 7€ a persona

La visita guidata partirà dal Cimitero delle Fontanelle e passerà per il quartiere Sanità, Porta S. Gennaro e terminerà con la visita al Duomo

La visita prevede la prenotazione obbligatoria da effettuare tramite l’apposito modulo di seguito o contattando il numero 3498831295 via sms

<\label>

Settembre – Inizio attività e riapertura con visite guidate alle Terme Romane di Via Terracina

 
Piantina delle terme romane di Via Terracina

Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era alimentato dall’acquedotto del Serino. L’importanza di questo complesso è connessa alla presenza di ricche pavimentazioni a mosaico, purtroppo in condizioni non ottimali a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici.

Il complesso sarà aperto SABATO 8 settembre e DOMENICA 10 settembre,
con visite guidate gratuite ogni ora:

– Sabato alle ore 16.30 e 17.30
– Domenica alle ore 10.00 – 11.00 – 12.00

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso
(uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.)

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti.

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

Effettua la tua prenotazione tramite l’apposito modulo

INFO al numero 3357272005 o a prenotazioni@ganapoletano.it

————–
#archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli #fuorigrotta #campiflegrei #campiflegreitour

giugno – Apertura e visite guidate alle terme romane di via Terracina


Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era alimentato dall’acquedotto del Serino. L’importanza di questo complesso è connessa alla presenza di ricche pavimentazioni a mosaico, purtroppo in condizioni non ottimali a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici.

Il complesso sarà aperto SABATO 9 giugno e DOMENICA 10 giugno,
con visite guidate gratuite ogni ora:

– Sabato dalle ore 17.30 alle 19.30
– Domenica dalle ore 17.30 alle 19.30

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso
(uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.)

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti.

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

Effettua la tua prenotazione tramite l’apposito modulo

INFO al numero 3357272005 o a prenotazioni@ganapoletano.it

————–
#archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli #fuorigrotta #campiflegrei #campiflegreitour

(27/05/2018) Alla corte dei Borbone – Visita guidata alla Reggia di Caserta

 

Domenica 27 MAGGIO2018, si svolgerà la visita guidata “Alla corte dei Borbone” presso la Reggia di Caserta.

Sono aperte le prenotazioni che si potranno effettuare tramite l’apposito modulo che troverete alla fine dell’articolo.

Appuntamento con la guida turistica presso la biglietteria del sito.

Costo della visita: 12€ (biglietto d’ingresso) + 5€ quota soci GAN / 8€ quota non soci GAN / gratis under 13 + 2€ costo auricolari obbligatori per gruppo con più di 6 visitatori

Durata della visita: 2h ca.

Come raggiungere la Reggia di Caserta:

  • AUTOSTRADA: A1 (Milano- Napoli) uscita Caserta nord oppure A30 uscita Caserta sud – Parcheggio comunale seminterrato in Piazza Carlo III (nei pressi della Stazione)
  • TRENO: Caserta è collegata con le maggiori città del nord e sud Italia direttamente o via Roma–Napoli con Trenitalia. Dalla stazione sono circa 5 minuti a piedi, attraverso la piazza antistante al Palazzo Reale.
  • BUS: Aeroporto internazionale Napoli Capodichino, a 24 Km. Il porto di Napoli, a 33 Km. Un servizio di autobus collega l’aeroporto e il porto con Caserta.

LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA PER POTER FORMARE IL GRUPPO DI VISITA E VA EFFETTUATA ENTRO E NON OLTRE VENERDì 25 MAGGIO.

<\label>

(Maggio) Apertura e visita guidata alle terme romane di Via Terracina

Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era alimentato dall’acquedotto del Serino. L’importanza di questo complesso è connessa alla presenza di ricche pavimentazioni a mosaico, purtroppo in condizioni non ottimali a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici.

Il complesso sarà aperto SABATO #12maggio e DOMENICA #13maggio,
con visite guidate gratuite ogni ora:

– Sabato dalle ore 10:00 alle 13:00 e alle ore 17:00
– Domenica dalle ore 10:00 alle 13:00.

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso
(uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.)

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti.

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

Effettua la tua prenotazione tramite l’apposito modulo

INFO al numero 3357272005 o a prenotazioni@ganapoletano.it

————–
#archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli #fuorigrotta #campiflegrei #campiflegreitour

(06 maggio 2018) Il Parco Archeologico di Cuma, incontro con la Sibilla

Domenica 06/05/2018, ore 10:00 (appuntamento ingresso scavi); durata: 2 h

Incontro con la Sibilla: Visita guidata al Parco Archeologico di Cuma.

Il percorso ci porterà in cima alla collina sacra passando dall’Antro della Sibilla e proseguendo sulle due terrazze (tradizionalmente associate ai culti di Apollo e Giove). La visita ci farà immergere nelle vestigia della più antica colonia d’occidente, fondata nel pieno VIII sec. a.C., come è emerso dai recenti scavi. Oltre alle più antiche attestazioni templari risalenti almeno al VI sec. a.C., si andrà alla scoperta della fase romana, durante la quale Cuma continua a svolgere un ruolo di primaria importanza come si evince dalla realizzazione di poderose opere di edilizia pubblica (Crypta Romana). Ma anche nel suo momento più difficile il centro flegreo ritorna ad essere luogo di culto e castrum bizantino, fino al definitivo abbandono nel 1207.

Informazioni

In treno: Cumana (fermata Fusaro);  Bus EAV (www.eavbus.it)

In auto: tangenziale di Napoli (uscita Cuma)

Biglietto d’ingresso: gratuito


Prenotazione obbligatoria tramite il seguente modulo!

<\label>

(27 maggio 2018) Visita guidata con aperitivo alla Villa Romana di Ponticelli

Domenica 27 maggio, alle ore 17, apertura con visita guidata e aperitivo della Villa Romana di Caius Olius Ampliatus di Ponticelli, organizzata dal Gruppo Archeologico Napoletano e Roots Discovery e accessibile esclusivamente su prenotazione.
 
L’edificio rappresenta un interessante esempio di villa rustica che si estende su una superficie di almeno 2000 mq. Il suo fulcro è costituito da un portico colonnato che consentiva la distribuzione ordinata degli ambienti, con una separazione dell’area produttiva, destinata alla panificazione e alla produzione di olio e di vino, da quella destinata al soggiorno degli abitanti.
Il repentino abbandono della villa ha permesso di recuperare buona parte della suppellettile in uso nella casa al momento dell’eruzione del 79 d.C. Eppure non tutti i suoi abitanti furono in grado di fuggire. Uno di loro cercò piuttosto riparo in un sotterraneo nei pressi del torchio vinario, dove trovò la morte, bruciato vivo dalla nube ardente che lo investì. Tra gli oggetti che la vittima recava con sé era l’anello con il sigillo che ci testimonia il nome dell’ultimo proprietario della villa, Caius Olius Ampliatus, discendente di uno dei veterani di Silla stanziati come coloni nel territorio vesuviano nella prima metà del I sec.
 
——————————
Costo della visita 8€ per i soci GAN, 10€ per i non soci.
Durata: 90 min ca.
 
Obbligatoria la prenotazione entro venerdì 25 maggio.
Specificare nome, numero di persone per cui si intende prenotare e un recapito telefonico utilizzando il modulo presente di seguito

<\label>

——————————
 
Per raggiungere il sito:
La Villa si trova in Viale Decio Mure, ad angolo con Via della Villa Romana (nei pressi dell’Ospedale del Mare e del Tribunale del Giudice di Pace di Barra). Possibilità di parcheggio in loco.
 
Con i mezzi pubblici da Napoli:
• in treno. Circumvesuviana linea Napoli-San Giorgio, fermata Bartolo Longo / linea Napoli-Sarno, fermata Vesuvio De Meis (entrambe distanti dal sito una decina di minuti)
• in autobus. 195 da C.so Arnaldo Lucci; C2 o C13 dallo stazionamento di P.zza Garibaldi
 
#MaggioinVilla2018 #Napolidascoprire #Napolidavivere #dafareaNapoli #eventiNapoli

(15/04/2018) Su invito di Poppæa. Visita guidata alla Villa di Poppæa ad Oplonti

OplontiDomenica 15 aprile 2018 si terrà la visita guidata “Su invito di Poppæa. Visita guidata alla Villa di Poppæa ad Oplonti”

Durata della visita: 2h ca.

Costo della visita: biglietto 5,50€ + quota di partecipazione (5,00€ per i soci GAN; 8,00€ per i non soci; gratis per gli under 13)

Indirizzo: Via dei Sepolcri, Torre Annunziata (NA)

LA VILLA

La villa di “Poppea”, grandiosa per dimensioni, qualità degli affreschi e adorna di numerose sculture in marmo, venne costruita intorno alla metà del I secolo a.C. e poi ampliata in età claudia. 
Essa è stata attribuita a Poppea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone, per la presenza di un’iscrizione dipinta su di un’anfora, indirizzata a Secundus, liberto di Poppea: in ogni caso essa doveva appartenere al ricchissimo patrimonio della famiglia imperiale che, come molti altri esponenti del patriziato romano, prediligeva la costa campana, famosa già nell’antichità per la salubrità del clima e lungo la quale amava edificare sontuose ville residenziali (ville di otium).
La Villa era disabitata al momento dell’eruzione: non c’erano infatti suppellettili nelle stanze, né vasellame nella cucina. Molti oggetti rinvenuti, come colonne e lucerne, erano accantonati in poche stanze. Materiali edili e lavori in corso dimostrano che nella Villa si stavano riparando i danni di uno dei numerosi terremoti che colpivano con frequenza l’area vesuviana.
Essa si sviluppa, lungo un asse est – ovest, in modo simmetrico al corpo centrale, il vecchio nucleo della ‘villa’, che, sopraelevato, sporge nel giardino ed è affiancato da portici. 
L’ingresso originario e il prospetto anteriore, non scavato, si trovano oltre il cinquecentesco canale artificiale Conte di Sarno, sotto l’abitato moderno.
La villa, circondata da ampi giardini, è dotata, fra l’altro, di un quartiere termale; non mancano gli ambienti produttivi, come quello dove si pigiava l’uva per la produzione del vino.
La decorazione pittorica, con finte porte e colonne, è correlata all’architettura reale, creando così giochi prospettici, corrispondenze fra reale ed immaginario. Numerosi e di grande qualità i particolari delle decorazioni pittoriche, costituiti da maschere, cesti di frutta, fiaccole, uccelli.
La villa era originariamente adorna di numerose sculture, in prevalenza copie romane di originali di ambito ellenistico del III-II secolo a.C.
La zona orientale è quasi interamente scavata , mentre quella occidentale non è stata del tutto posta in luce per la presenza della strada moderna e di un edificio militare, l’ antica Real Fabbrica d’Armi. 


LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA! PRENOTATE SE VERAMENTE INTERESSATI ALLA VISITA TRAMITE IL MODULO SEGUENTE. GRAZIE

<\label>

(07-08/04/2018) Apertura e visite guidate alle terme romane di via Terracina

Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era alimentato dall’acquedotto del Serino. L’importanza di questo complesso è connessa alla presenza di ricche pavimentazioni a mosaico, purtroppo in condizioni non ottimali a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici.

Il complesso sarà aperto SABATO #7aprile e DOMENICA #8aprile,
con visite guidate gratuite ogni ora:

– Sabato ore 16 (VISITA UNICA)
– Domenica dalle ore 10 alle 13.

Inoltre domenica a fare da guida ai visitatori saranno gli studenti del Liceo Statale “Nitti“, in collaborazione con il progetto scuola e volontariato del CSV Napoli.

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso 
(uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.) 

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti.

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

Effettua la tua prenotazione tramite l’apposito modulo

INFO al numero 3357272005 o a prenotazioni@ganapoletano.it

————–
#archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli

Translate »