• 081-1874-83-87
  • info@ganapoletano.it

Archivio dei tag Gruppo Archeologico Napoletano

Tra eredità culturale e patrimonio comune: il Grand Tour del futuro sostenibile – progetto PON 2014-2020

Anche quest’anno il Gruppo Archeologico Napoletano si è proposto un grande obiettivo: sensibilizzare i nuovi giovani alla conoscenza e alla tutela del proprio patrimonio culturale, archeologico, paesaggistico e lo potrà fare attraverso il progetto PON 2014-2020 che si svolgerà nell’istituto “Gobetti-De Filippo” di Quarto, dal titolo “Tra eredità culturale e patrimonio comune: il Grand Tour del futuro sostenibile”

Il progetto mira all’acquisizione di una educazione al patrimonio culturale, artistico,
paesaggistico consapevole ed attiva; coinvolge tutte le scuole del territorio di Quarto, la Caritas Diocesana di Pozzuoli, il Comune di Quarto, le Associazioni ‘Legambiente Città Flegrea Onlus’e Gruppo Archeologico Napoletano, che presentano ampie competenze sulle tematiche previstedall’avviso. Si ripropone di promuovere laconoscenza del patrimonio materiale ed immateriale del territorio flegreo al fine di incentivare losviluppo della cultura come fonte utile allo sviluppo umano, alla valorizzazione delle diversitàculturali e come modello di sviluppo economico fondato sul principio dell’utilizzo sostenibiledelle risorse. Il progetto utilizza un approccio metodologico innovativo di carattere laboratoriale esperienziale, privilegia il lavoro su casi reali di diretta applicazione sul territorio, integrato con
momenti di riflessione individuale e collettiva e promuove una dimensione “curatoriale’, mirando ad una attività di “curatela” verso il patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, da restituirealla cittadinanza nell’ottica di un lifelong learning. A tal fine prevede attività pratiche dirivalutazione, cura e salvaguardia di aree ambientali e siti archeologici con lavori in loco e usodelle ITC, proponendo nuovi spazi per l’apprendimento, rimodulando quelli tradizionali ecoinvolgendo altri soggetti del territorio.

Il Gruppo Archeologico Napoletano partecipa alla rete come ente non profit, in qualità di
Associazione che svolge attività affini a quelle previste dall’Avviso. I suoi impegni nella rete,
come da accordo, sono:
1) Collaborare alla fase progettuale e alla definizione dei moduli;
2) Fornire materiale didattico e informativo;
3) Fornire strumenti e attrezzature utili allo svolgimento delle attività pratiche di rilevazione,
studio, recupero e valorizzazione dei siti archeologici individuati all’interno dei diversi
moduli;
4) Offrire servizio di consulenza per la realizzazione dei diversi moduli previsti dal Progetto;
5) Autorizzare l’accesso alle aree archeologiche gestite direttamente o in collaborazione
con altre realtà locali;
6) Offrire la disponibilità di figure di supporto, che coadiuvino Esperti e Tutor nella
realizzazione delle attività previste dal P.O.N. in oggetto;
7) Collaborare ai fini della socializzazione del progetto e della sua ricaduta sul territorio,
promuovendone la conoscenza e le azioni attraverso il sito web ufficiale e la pagina FB.

Per maggiori informazioni sul progetto PON si rimanda al documento sul sito istituzionale dell’istituto

Pasquetta con brunch alle terme di Agnano

📅 Lunedì 22 Aprile trascorri con noi la Pasquetta all’aria aperta con un fantastico tour alla scoperta delle Terme di Agnano, un sito che vanta una storia lunga oltre due millenni. Una giornata dedicata alla cultura ma anche al relax,  prendendo poi parte ai numerosi eventi che saranno organizzati all’interno del parco!

▶ Visita Guidata
Il Complesso Archeologico delle Terme di Agnano sorge sulle pendici del Monte Spina, lungo l’antica strada che collegava Neapolis (Napoli) a Puteoli (Pozzuoli). Il prosciugamento del lago d’Agnano, fra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, fece riemergere circa settanta fonti d’acqua termale oltre che le strutture delle terme d’età romana (117-138 d.C.).

📍 Il nostro percorso partirà dalla Sorgente De Pisis, cuore pulsante del sito che con la sua portata di cinque milioni di acqua al giorno alimenta le vasche idromassaggio e le piscine del parco termale. Raggiungeremo poi i resti di epoca greca nell’area del complesso delle piscine esterne, le più antiche testimonianze archeologiche del Parco risalenti  al IV-III sec. a.C. situate sul versante meridionale dell’antico lago di Agnano.

📍 Da qui ci sposteremo all’Area archeologica di epoca romana. L’imponente stabilimento termale di età adrianea (117-138 d.C.)  testimonia infatti che il termalismo era molto diffuso ad Agnano. Le Opere sono databili alla prima metà del II sec. d.C. , le statue di Afrodite armata e Ganimede situate nelle nicchie intorno alla piscina maggiore e quelle di Hermes con Dioniso bambino e Venere marina poste lungo il lato ovest del frigidarium.

La visita si concluderà con la famosa Grotta del Cane, una cavità artificiale ipogea così denominata perché i vapori nocivi conosciuti come “mofete” che fuoriuscivano dal sottosuolo erano avvertibili soltanto entro il metro d’altezza,, quindi non risultavano dannosi per l’uomo a differenza di un cane o di qualsiasi animale di piccola taglia.

📍 Itinerario visita guidata:
Sorgente De Pisis
Area resti d’epoca greca delle piscine esterne
Area archeologica di epoca romana.
Grotta del Cane

▶ Brunch di Pasquetta
Dopo la visita guidata tutti i partecipanti potranno accedere gratuitamente alle Aree tematiche del parco per festeggiare la Pasquetta 2019  tra divertimento, cibo e musica, sport, mercatini con il “Brunch del Relax! Durante la giornata si terrà la performance live dove si esibiranno Tony Tammaro e The Beatles Cover band e i “Senza Resa – Vasco Rossi Cover Band. A seguire DJ set by: Vincenzo Cipolletta, Antonio de Ninno, Claudio Cerchietto. Non mancheranno i punti Food con tantissimi prodotti. Inoltre sono in programma tante attività sportive come yoga, pump, zumba, calistenic, pilates, strong e pugilato.

Aree tematiche del parco:
Area sport
Area terme
Area raduni moto e auto d’epoca
Area Kids
Area mercatini
Area ristoro
Le visite guidate sono organizzate dall’Associazione Vivere Napoli in collaborazione con il gruppo Archeologico Napoletano GAN.

📞 Informazioni
Telefono: 334 11 19 8 19 Claudia (dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 21.30)
E-mail: prenotazioni@viverenapoli.com
334.11.19.819 Claudia

Informazioni aggiuntive
Parcheggio Spazio interno alle Terme d’Agnano
Parcheggio The Space Multicinema dedicato all’evento
Parcheggio adiacente all’ippodromo d’Agnano ( non custodito )

*****************************************************************************
PER PRENOTARE CHIAMARE O INVIARE UN MESSAGGIO WHATSAPP AL NUMERO 334.11.19.819
*****************************************************************************

Il Palladio: storie di un talismano, da Omero a Dante

IL PALLADIO: Storie di un talismano, da Omero a Dante (a cura del prof. Francesco Chiappinelli, con la consulenza archeologica della dott.ssa Martina D’Onofrio)

Vi aspettiamo lunedì per non perderci questo appuntamento in un viaggio attraverso la letteratura e l’archeologia alla scoperta di un oggetto, simbolo di culto e di prosperità per la civiltà che lo possedesse.

Terme Romane di Via Terracina: aperture e visite gratuite

Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era probabilmente alimentato dall’acquedotto del Serino. Il piccolo complesso termale, sorto lungo la strada che da Neapolis conduceva a Puteoli, conserva tutto il sistema di alimentazione degli ambienti caldi, nonchè gli apparati decorativi pavimentali, caratterizzati da piani pavimentali a mosaico.
Proprio su questi l’associazione è impegnata per mantenerne la visibilità, effettuando continui interventi di pulizia.

Il complesso sarà aperto SABATO 13 e DOMENICA 14 aprile 2019, con visite guidate gratuite ogni ora:

Sabato e Domenica alle ore 10.00 – 11.00 – 12.00

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso (uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.)

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

INFO al numero 3357272005 o email a prenotazioni@ganapoletano.it

archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli #fuorigrotta #campiflegrei #campiflegreitour

Su invito di Poppea: visità guidata alla villa di Oplontis

Domenica 14 aprile alle 10,00 (appuntamento ingresso scavi) visita guidata dal titolo “Su invito di Poppea: visità guidata alla villa di Oplontis”

Biglietto d’ingresso: 7€; durata visite: 2h circa. Quota di partecipazione: 5€ per i soci e 8€ per i non soci – gratis per gli under 13.

Una passeggiata alla scoperta di una delle ville più belle e grandi della Campania ma anche un’occasione per scoprire di più sull’imperatore Nerone e sua moglie Poppea, presunta proprietaria della villa.

Prenotazione obbligatoria al tel. 3498831295 (anche sms/whatsapp) o con il modulo.

Mousikè in Magna Grecia: il caso di Poseidonia-Paestum

Lunedì 08 aprile alle ore 18.00 presso la nostra sede si terrà la conferenza “Mousikè in Magna Grecia: il caso di Poseidonia-Paestum” a cura di Laura Noviello, Marco Martinelli e Marco Sciascia con la collaborazione di Francesca Magliulo.

Nell’antica Grecia la musica occupava un ruolo di grande rilievo nella vita sociale e religiosa. Per i greci la musica era un’arte che comprendeva, oltre alla musica stessa, anche la poesia, la danza, la medicina e le pratiche magiche. L’importanza della musica nel mondo greco è testimoniata da numerosi miti che la riguardano. Uno è quello di Orfeo, l’inventore della musica, che riuscì a convincere gli dei dell’Ade a restituire alla luce la scomparsa sposa Euridice.

Alla musica i greci attribuirono una funzione educativa perché la ritenevano in grado di arricchire l’animo delle persone. Secondo Platone la musica doveva servire per arricchire l’animo umano come la ginnastica serviva per irrobustire il fisico. Questo discorso si amplia con la dottrina dell’ethos per la quale ogni modo ha un suo ethos specifico e può incidere positivamente o negativamente sull’animo delle persone

Ingresso libero!

Aperivisita speleo-archeologica alle terme romane di Via Terracina (30 marzo 2019)

Visita guidata di HK Avventura e Gruppo Archeologico Napoletano alle terme e ai cunicoli di servizio del complesso archeologico per conoscere i due volti della medaglia: il lusso patrizio dei bagni, nelle sale decorate in mosaici e rivestite di marmi, e la vita dura degli schiavi che, tra fumo e vapore, facevano funzionare le fornaci, cuore incandescente delle terme.
SABATO 30 Marzo alle 16:30, durata 2 ore circa.

Quota di partecipazione: 15€ (comprensivo di attrezzatura e aperitivo a conclusione della visita)

PRENOTAZIONE GRATUITA via whatsapp al 3755653739 o sulla pagina HK Avventura

Mareo Flegreo. Nuove ricerche dell’archeologia subacquea nel sinus puteolanus

Vi aspettiamo lunedì 25 marzo alle ore 18.00 per la conferenza “mare flegreo. Nuove ricerche dell’archeologia subacquea nel sinus puteolanus” a cura di Michele Stefanile.

I Campi Flegrei affondano le loro radici nel mito e si sono conquistati un posto nella storia di grande rilievo grazie a Omero e Virgilio che li hanno narrati. Il libro XI dell’Odissea tratta della visita di Ulisse al regno dei Morti, tradizionalmente identificato con il Lago d’Averno che, per i fenomeni secondari di attività vulcanica, appariva in diretta comunicazione con l’Oltretomba, regno del dio Plutone. Per tal motivo gli inferi romani (l’Ade greco) si chiamano anche Averno.

La via dello Swat. Le ricerche archeologiche della missione italiana nel nord-ovest del Pakistan

Vi aspettiamo lunedì 18 marzo alle ore 18.00 presso la nostra sede per la conferenza “la via dello Swat. Le ricerche archeologiche della missione italiana nel nord-ovest del Pakistan”, a cura di Cristiano Moscatelli.

Le attività archeologiche italiane in Swat (provicia del Khyber-Pakhtunkhwa) hanno inizio nel 1955, quando Giuseppe Tucci, famoso tibetologo e orientalista, visitò per la prima volta la regione. Così ebbe inizio un’attività ininterrotta per 60 anni, che ha visto la missione archeologica italiana dell’allora IsMEO, l’istituto presieduto da Tucci (poi IsIAO, oggi Associazione ISMEO) assumere un ruolo di primo piano nell’archeologia del Subcontinente Indo-Pakistano..

Visita guidata alle terme Romane di Via Terracina a Fuorigrotta (Marzo)

Piantina delle terme romane di Via Terracina

Apertura del complesso archeologico delle TERME ROMANE DI VIA TERRACINA, posto nel recinto dell’Università nei pressi del cimitero di Fuorigrotta.

L’impianto, risalente alla prima metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era alimentato dall’acquedotto del Serino. L’importanza di questo complesso è connessa alla presenza di ricche pavimentazioni a mosaico, purtroppo in condizioni non ottimali a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici.

Il complesso sarà aperto SABATO 09 e DOMENICA 10 marzo 2019,
con visite guidate gratuite ogni ora:

Sabato e Domenica alle ore 10.00 – 11.00 – 12.00

Come raggiungerci:

L’ingresso al sito archeologico è su via Terracina, di fronte al civico 429 (ad angolo con via Marconi, la strada della RAI); come ulteriore punto di riferimento si abbia il Toy’s Center.

• Metro linea 2 per Campi Flegrei o Ferrovia Cumana per Mostra, fermate poste entrambe a circa 1 km dal complesso
(uscendo dalle stazioni costeggiare lo stadio sulla sinistra e imboccare via Marconi, la strada della RAI, fino a raggiungere a Via Terracina: il sito lo si incontra immediatamente sulla destra.)

• Servizio ANM: da Piazza Garibaldi, linea bus 151 con fermata fuori l’ingresso della Mostra d’Oltremare (Piazzale Tecchio – Mostra). Periodicità linea 18-21 minuti.

• In auto il complesso è facilmente raggiungibile dall’uscita Tangenziale di Fuorigrotta, con possibilità di parcheggio in zona.

Effettua la tua prenotazione tramite l’apposito modulo

INFO al numero 3357272005 o a prenotazioni@ganapoletano.it

————–
#archeologia #Napoli #eventinapoli #napolidascoprire #dafareanapoli #fuorigrotta #campiflegrei #campiflegreitour